Giurisprudenza e Prassi in materia di Appalti Pubblici

Argomento: requisiti di partecipazione

MANCATO POSSESSO REQUISITO PARTECIPAZIONE - LEGITTIMA ESCLUSIONE (83)

ANAC - DELIBERA

In merito alla natura e alla funzione dei Codici CER, l’Autorità ha già avuto modo di chiarire che l’art. 184, comma 1, del d.lgs. n. 152/2006 (“Norme in materia ambientale”) stabilisce che i rifiuti sono classificati, secondo l’origine, in rifiuti urbani e rifiuti speciali e, secondo le caratteristiche di pericolosità, in rifiuti pericolosi e rifiuti non pericolosi. Lo strumento che viene util (...)

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE - PRINCIPIO DI CONTINUITÀ - CARENZA POST GARA -ESCLUSIONE

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

Come esattamente affermato dal primo giudice, nella fattispecie opera il principio di continuità del possesso dei requisiti di partecipazione, secondo cui nelle procedure per l’aggiudicazione di contratti pubblici «i requisiti generali e speciali devono essere posseduti dai candidati non solo alla data di scadenza del termine per la presentazione della richiesta di partecipazione alla procedura (...)

IMPRESA IN AMMINISTRAZIONE CONTROLLATA - PARTECIPAZIONE AGLI APPALTI - AMMESSA

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

La infondatezza dei motivi terzo, quarto e quinto dell’appello, che riguardano sotto vari aspetti la legittimità dell’esclusione di imprese che si trovano in amministrazione controllata, implica che gli stessi possano essere esaminati congiuntamente.La loro infondatezza è relativa alla questione che l’amministrazione controllata non è una vera e propria procedura concorsuale che si intro (...)

APPALTI SERVIZI E FORNITURE – RIPARTIZIONE REQUISITI IN CASO DI RTI - DISCREZIONALITA' PA

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

Per gli appalti aventi ad oggetto servizi (e forniture) resta confermato l’orientamento della giurisprudenza amministrativa secondo il quale dopo la sentenza dell’Adunanza plenaria 28 aprile 2014, n. 27 non può dubitarsi che, negli appalti di servizi e forniture, non vige più ex lege il principio di necessaria corrispondenza tra la qualificazione di ciascuna impresa e la quota della prestazione di (...)

REGOLARITA’ CONTRIBUTIVA – GRAVI VIOLAZIONI - OMESSO PAGAMENTO DI IMPOSTE E TASSE SUPERIORE (80.4)

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

Sono “gravi” le violazioni che comportano un omesso pagamento di imposte e tasse per un importo superiore a quello dell’art. 48-bis, commi 1 e 2-bis, d.P.R. 29 settembre 1973 n. 602 (Disposizioni sui pagamenti delle pubbliche amministrazioni) d.P.R. 29 settembre 1973, n. 602 a mente del quale: «[…] le amministrazioni pubbliche di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo (...)

SOSTITUZIONE IN RIDUZIONE CONSORZIATE – NON PUÒ COMPORTARE ELUSIONE DELLA LEX SPECIALIS

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

E’ vero, infatti, che nella sentenza in esame è affermato il principio per cui la sostituzione della consorziata esecutrice è sempre possibile, in ragione del rapporto organico tra consorziata e consorzio, ma si ribadisce pure che la modifica in riduzione è consentita alle condizioni “che quelle che restano a farne parte siano comunque titolari, da sole, dei requisiti di partecipazione e di qua (...)

SOSTITUZIONE IN RIDUZIONE CONSORZIATE – NON PUÒ COMPORTARE ELUSIONE DELLA LEX SPECIALIS

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

E’ vero, infatti, che nella sentenza in esame è affermato il principio per cui la sostituzione della consorziata esecutrice è sempre possibile, in ragione del rapporto organico tra consorziata e consorzio, ma si ribadisce pure che la modifica in riduzione è consentita alle condizioni “che quelle che restano a farne parte siano comunque titolari, da sole, dei requisiti di partecipazione e di qua (...)

SOSTITUZIONE IN RIDUZIONE CONSORZIATE – NON PUÒ COMPORTARE ELUSIONE DELLA LEX SPECIALIS

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

E’ vero, infatti, che nella sentenza in esame è affermato il principio per cui la sostituzione della consorziata esecutrice è sempre possibile, in ragione del rapporto organico tra consorziata e consorzio, ma si ribadisce pure che la modifica in riduzione è consentita alle condizioni “che quelle che restano a farne parte siano comunque titolari, da sole, dei requisiti di partecipazione e di qua (...)

REQUISITI DI AMMISSIONE - POSSESSO CONTINUATIVO - TUTTA DURATA APPALTO (83)

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

Va rammentato che costituisce orientamento consolidato quello per cui i requisiti generali e speciali devono essere posseduti dai candidati non solo alla data di scadenza del termine per la presentazione della richiesta di partecipazione alla procedura di affidamento, ma anche per tutta la durata della procedura stessa fino all'aggiudicazione definitiva ed alla stipula del contratto, nonché (...)

MANCATA DIMOSTRAZIONE POSSESSO REQUISITO - IMMEDIATA ESCLUSIONE

ANAC - DELIBERA

In ragione della mancata dimostrazione del requisito di partecipazione prescritto dal bando, la stazione appaltante avrebbe dovuto procedere all’esclusione del concorrente in fase di gara e non anche procedere all’aggiudicazione e alla successiva revoca, ciò anche tenendo in specifica considerazione le affermazioni dell’operatore economico in ordine all’impossibilità di produrre l’accordo di co (...)

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE – SOCCORSO ISTRUTTORIO –ESPERIBILITÀ (83.9)

ANAC - DELIBERA

Oggetto Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 211, comma 1 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 presentata dal costituendo RTP Studio Cannizzaro – Affidamento del servizio di verifica di sicurezza strutturale, vulnerabilità sismica e rischio sismico di cinque edifici scolastici di proprietà del Comune di Mazzarino (CL) - Criterio di aggiudicazione: offerta e (...)

GRAVE ILLECITO PROFESSIONALE - DISCREZIONALITÀ DELLA STAZIONE APPALTANTE – NON SINDACABILE (80.5.c)

ANAC - DELIBERA

Oggetto Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 211, comma 1 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 presentata da _____OMISSIS_____ tipo A – Procedura aperta per l’affidamento del servizio di assistenza specialistica scolastica a favore degli studenti disabili frequentanti le scuole dell’obbligo (fino al terzo anno di scuola secondaria di primo grado) di compete (...)

ISCRIZIONE ALBO NAZIONALE DEI GESTORI AMBIENTALI – REQUISITO DI PARTECIPAZIONE (83.1.a)

ANAC - DELIBERA

L’iscrizione all’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali richiesto nelle gare di affidamento dei contratti pubblici è un requisito di partecipazione e non di esecuzione, con la conseguenza che essendo requisito soggettivo pertinente alla partecipazione alla gara va posseduto già alla scadenza del termine di presentazione delle offerte.Oggetto istanza di parere per la soluzione delle contro (...)

APPALTO INTEGRATO - QUALIFICAZIONE SOA PER PROGETTAZIONE E ESECUZIONE – ALTERNATIVAMENTE PROGETTISTA RAGGRUPPATO O INDICAT0 (51.1bis)

ANAC - DELIBERA

Con riferimento agli affidamenti congiunti di progettazione ed esecuzione delle opere, possono partecipare alla procedura di gara gli operatori economici in possesso dell’attestazione SOA per la progettazione esecutiva e la realizzazione delle opere così come le imprese attestate per la sola costruzione delle opere insieme a un progettista raggruppato o indicato in sede di offerta in possesso d (...)

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE - CLAUSOLE IMMEDIATAMENTE ESCLUDENTI

TAR FRIULI - SENTENZA

A fronte, infatti, di clausole ritenute illegittime del bando di gara, il partecipante alla procedura, o aspirante tale, non è ancora titolare di un interesse attuale all'impugnazione, dal momento che egli non sa ancora se l'astratta e potenziale illegittimità delle predette clausole si risolverà in un esito negativo della sua partecipazione alla procedura concorsuale, e quindi in una e (...)

ALBO GESTORI AMBIENTALI - REQUISITO DI PARTECIPAZIONE

TAR PUGLIA LE - SENTENZA

Se la ragione della necessità dell'iscrizione all'albo è da ravvisarsi nella esigenza di assicurare che le imprese che svolgono le attività di bonifica siano particolarmente qualificate, questa esigenza si pone a maggior ragione per le attività di messa in sicurezza di emergenza, che presuppongono l'esistenza di una delicata situazione di rischio ambientale.Come affermato da (...)

POSSESSO REQUISITI PARTECIPAZIONE - DATA PRESENTAZIONE OFFERTA

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

Non è, invero, in discussione la facoltà discrezionale della stazione appaltante – nel rispetto dei canoni generale di adeguatezza, proporzionalità e non discriminazione (cfr. art. 83, comma 2 e art. 30, comma 1 d.lgs. n. 50 del 2016) – di prevedere, quali criteri di selezione delle offerte, requisiti atti a garantire, negli operatori economici concorrenti, l’idoneo possesso di “risorse umane e (...)

RETE DI IMPRESE CON SOGGETTIVITÀ GIURIDICA – REQUISITI DI QUALIFICAZIONE ORGANO COMUNE – MANDATARIA

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

L’art. 83, comma 8, dello stesso codice stabilisce, per i raggruppamenti temporanei, che “Per i soggetti di cui all'articolo 45, comma 2, lettere d), e), f) e g), nel bando sono indicate le eventuali misure in cui gli stessi requisiti devono essere posseduti dai singoli concorrenti partecipanti. La mandataria in ogni caso deve possedere i requisiti ed eseguire le prestazioni in misura maggi (...)

REQUISITI INSTALLAZIONE IMPIANTI - TITOLO DI STUDIO EQUIVALE ALL'ESPERIENZA LAVORATIVA

TAR CALABRIA CZ - SENTENZA

Osservato che:e) il ricorrente ha conseguito il diploma di tecnica superiore nell’area efficienza energetica, ambito processi e impianti a elevata efficienza e a risparmio energetico;f) l’art. 4, comma 1, lett a-bis) del decreto interministeriale del 22 gennaio 2008, n. 37, come interpolato dall’art. 1, comma 50 l. 13 luglio 2015, n. 107, prevede, quale requisito per l’espletament (...)

SUL CONCETTO DI SEDE OPERATIVA UTILIZZATO IN GARA

TAR LOMBARDIA BS - SENTENZA

Per lo scrutinio della censura risulta, quindi, necessario chiarire il significato della locuzione “sede operativa” utilizzata dalla legge di gara.Detta nozione non può intendersi, in specie, limitata unicamente alla sede legale o comunque alla sede stabile dell’attività di impresa, risultante dalle comunicazioni alla competente Camera di Commercio, come inteso nell’interpretazione lette (...)

REGOLARITA' CONTRIBUTIVA - REGOLARIZZAZIONI POSTUME - NON AMMESSE (80.4)

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

La giurisprudenza di questo Consiglio di Stato è costante e pacifica nel senso dell’inammissibilità di regolarizzazioni postume di irregolarità previdenziali ed assistenziali (ex multis, III Sezione, sentenza n. 5034/2017). Si è, in particolare, posto in evidenza che "La citata sentenza Cons. Stato, Ad. plen., n. 6/2016 ha confermato l'indirizzo per cui non sono consentite regol (...)

CONSORZIO IMPRESE ARTIGIANE - VERIFICA REQUISITI GENERALI - CONSORZIATE ESECUTRICI (48.7)

TAR PIEMONTE - SENTENZA

La partecipazione alle procedura di gara dei consorzi tra imprese artigiane di cui all’art. 6 della l. n. 443/1985 trova la propria disciplina agli artt. 47 e 48 del codice degli appalti.L’art. 47, comma 1, D.Lgs. n. 50/2016, prevede che i requisiti relativi alla disponibilità delle attrezzature e dei mezzi d’opera, nonché all’organico medio annuo, “sono computati cumulativamente in capo (...)

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE – PROPORZIONALITÀ PER NON DISCRIMINARE LE PMI (83)

TAR LOMBARDIA MI - SENTENZA

Secondo l’art. 83 commi 1 e 2 del D.Lgs. 50/2016 (codice dei contratti pubblici o anche solo “codice”), le capacità tecniche e professionali da richiedersi ai partecipanti alle gare pubbliche devono essere attinenti e proporzionate all’oggetto dell’appalto, in quanto deve essere tenuto presente l’interesse pubblico alla massima partecipazione alle gare.L’art. 30 del codice impone inoltre (...)

POSSESSO DEI REQUISITI DI AMMISSIONE - A PARTIRE DALL’ATTO DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

TAR TOSCANA - SENTENZA

Non vi è dubbio che anche successivamente all’aggiudicazione definitiva la ricorrente avesse l’obbligo di conservare i requisiti di partecipazione, conformemente al principio generale secondo cui il possesso dei requisiti di ammissione si impone a partire dall’atto di presentazione della domanda di partecipazione e per tutta la durata della procedura di evidenza pubblica, principio certamente a (...)

PRESENTAZIONE DEL RICORSO PER CONCORDATO IN BIANCO - RIMESSIONE ALL’ADUNANZA PLENARIA (80.5.b)

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

Il Collegio rimette all’Adunanza Plenaria le seguenti questioni: “a) Se la presentazione di un’istanza di concordato in bianco ex art. 161, comma 6, legge fallimentare (r.d. n. 267/1942) debba ritenersi causa di automatica esclusione dalle gare pubbliche, per perdita dei requisiti generali, ovvero se la presentazione di detta istanza non inibisca la partecipazione alle procedure per l’a (...)

LAVORI PUBBLICI - REQUISITI ULTERIORI ALLA SOA - SOLO COME REQUISITI DI ESECUZIONE

ANAC - DELIBERA

Ai fini della partecipazione a procedure di affidamento di lavori pubblici, di importo pari o superiore a 150.000 euro, il possesso dell'attestazione di qualificazione SOA richiesta nel bando e nel disciplinare di gara deve ritenersi condizione necessaria e sufficiente per la dimostrazione dell'esistenza dei requisiti di capacità tecnica e finanziaria necessari alla partecipazione alla (...)

CENTRO COTTURA CON RICHIESTA POSSESSO CERTIFICAZIONI - REQUISITI DI AMMISSIONE - LEGITTIMO (83)

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

Bisogna osservare, in premessa, che il bando di gara fosse, nel caso di specie, del tutto inequivoco nel richiedere, tra i “requisiti di idoneità professionale”, la “disponibilità” di un “centro cottura e deposito alimentari” che fossero: a) in possesso dei “requisiti igienico sanitari previsti dal Regolamento CE 852/2004”; b) ubicati “entro 30 minuti dalla Casa Comunale” (certificata da Google (...)

CRITERI DI VALUTAZIONE OFFERTA TECNICA – FATTURATO SPECIFICO - ILLEGITTIMO

ANAC - DELIBERA

Oggetto Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 211, comma 1, del d.lgs. 50/2016 presentata da Sirio S.r.l. - Procedura aperta per l’affidamento in concessione del servizio di refezione scolastica e della riscossione delle tariffe della scuola e dell’infanzia e primaria del Comune di Frascati, a ridotto impatto ambientale, ai sensi del piano sul green public procuremen (...)

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE PIU' STRINGENTI - DISCREZIONALITA' PA - LIMITE DELLA RAGIONEVOLEZZA E PROPORZIONALITA'

ANAC - DELIBERA

Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 211, comma 1 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 presentata da Garganpol società cooperativa a r.l. e New Vigilantes s.r.l. – Procedura aperta per l’affidamento del Servizio di vigilanza armata, dei servizi fiduciari, del servizio di trasporto valori e del servizio di ronda, da espletarsi presso le strutture varie dell& (...)

SOCCORSO ISTRUTTORIO - INESATTA REGOLARIZZAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE - CAUSA DI ESCLUSIONE AUTONOMA (83.9)

ANAC - DELIBERA

La mancata o inesatta regolarizzazione della domanda di partecipazione, così come richiesta dalla Commissione di gara, al pari della regolarizzazione tardiva, costituisce una causa di esclusione che può ritenersi autonoma rispetto alle altre cause (tassative) di esclusione previste dalla legge. (...)

AFFITTO RAMO AZIENDA - TRASFERIMENTO IN TOTO DEI REQUISITI - GRAVI ILLECITI FISCALI CEDENTE - LEGITTIMA ESCLUSIONE (80)

TAR EMILIA BO - SENTENZA

Ritiene il Collegio evidente la rilevanza - come peraltro già diffusamente esposto in sede cautelare seppur nella sommarietà tipica di tal giudizio - non rivestendo C. la posizione di soggetto terzo, sussistendo una chiara continuità imprenditoriale tra quest’ultima e la ricorrente.Anzitutto il contratto concluso tra le parti appare riconducibile allo schema negoziale dell’affitto di azi (...)

RAGGRUPPAMENTO VERTICALE - NECESSARIA INDICAZIONE PRESTAZIONI AUTONOME E SPECIFICHE - DIVERSA SPENDITA DEI REQUISITI (48.2)

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

Il primo motivo di appello critica la statuizione di primo grado che non ha ritenuto di ravvisare nel raggruppamento A. un R.T.I. di tipo verticale, asseritamente non ammesso dalla lex specialis di gara, la quale non distingue tra prestazione principale e prestazioni secondarie. Assume l’appellante, ai fini dell’enucleazione degli indici di riconoscimento di un raggruppamento verticale, che i m (...)

PRINCIPIO DI CONTINUITÀ DEL POSSESSO DEI REQUISITI DI PARTECIPAZIONE - ACCERTATA DISCONTINUITÀ - NON DETERMINA ESCLUSIONE AUTOMATICA

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

Deve preliminarmente osservarsi che il pur indiscusso principio di continuità del possesso dei requisiti di partecipazione, in quanto principio generale del procedimento di gara (necessariamente destinato, quindi, ad essere adattato alla specificità della fattispecie che venga di volta in volta in rilievo), deve essere inteso ed applicato in coerenza con i concorrenti principi di ragionevolezza (...)

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE - MARGINE DISCREZIONALITA' PA - LIMITE DELLA PROPORZIONALITA' E RAGIONEVOLEZZA (83)

ANAC - DELIBERA

La stazione appaltante, nel definire i requisiti tecnici e professionali dei concorrenti, vanta un margine di discrezionalità tale da consentirgli di fissare requisiti di partecipazione alla gara anche molto rigorosi e superiori a quelli previsti dalla legge purché non siano discriminanti e abnormi rispetto alle regole proprie del settore e parametrati all'oggetto complessivo del contratto (...)

PROGETTISTA INDICATO - OBBLIGO POSSESSO REQUISITI CARATTERE GENERALE (80)

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

La costante giurisprudenza di questo Consiglio di Stato ha da tempo affermato al riguardo che il progettista “indicato”, benché soggetto esterno all’operatore economico e non qualificabile come concorrente, debba nondimeno soddisfare sia i requisiti generali sia quelli speciali, pena l’esclusione del concorrente che lo abbia designato (inter multis, Cons. Stato, V, 21 agosto 2020, n. 5164; 15 m (...)

PREVISIONE REQUISITI PIÙ STRINGENTI - DISCREZIONALITÀ PA -PROPORZIONALITÀ E RAGIONEVOLEZZA OGGETTO DEL CONTRATTO (83)

ANAC - DELIBERA

In merito al possesso dei requisiti di partecipazione, giova ricordare come la giurisprudenza abbia affermato che la stazione appaltante, nel definire i requisiti tecnici e professionali dei concorrenti, vanta un margine di discrezionalità tale da consentirgli di definire criteri ulteriori e più stringenti rispetto a quelli normativamente previsti, con il rispetto del limite della proporzionali (...)

AVVALIMENTO - ATTO DI SEGNALAZIONE - PROPOSTA DI MODIFICA COMMI 1 E 11 DELL'ART. 89 DEL CODICE (89.1)

ANAC - ATTO DI SEGNALAZIONE

ATTO DI SEGNALAZIONE N. 3 DEL 28 luglio 2021 Concernente l’articolo 89, commi 1 e 11, del decreto legislativo 18/4/2016, n. 50Approvato dal Consiglio dell’Autorità con delibera n. 578 del 28 luglio 2021L’Autorità segnala l’opportunità di: 1. modificare l’articolo 89, comma 1, quinto periodo, del codice dei contratti pubblici come di seguito indicato: «Nel caso di dic (...)

SOCCORSO ISTRUTTORIO - CARENZA DEL REQUISITO DI PARTECIPAZIONE – INAPPLICABILITA’ (83.9)

TAR LAZIO RM - SENTENZA

Secondo orientamento giurisprudenziale granitico, il cd. soccorso istruttorio è un istituto volto solo a chiarire e a completare dichiarazioni o documenti comunque esistenti ed efficaci e non è, quindi, applicabile quando, in sede di gara, si sia accertata la sostanziale carenza di un requisito essenziale per la partecipazione (in tal senso, ex plurimis: TAR Roma n. 1841/2021). Né consente all’ (...)

DISPONIBILITA' DI UNO STABILIMENTO - CONTRATTO CESSIONE RAMO AZIENDA - AMMESSO

TAR LAZIO RM - SENTENZA

Come costantemente affermato dalla giurisprudenza del giudice ordinario ma anche ribadito dal giudice amministrativo, per “qualificare un negozio” la “tesi della causa in astratto” è, infatti, “già da tempo abbandonata … in favore della teoria della causa in concreto, quale sintesi degli interessi reali delle parti”, con l’ulteriore precisazione che un contratto può essere tipico “allorquando l (...)

DIVIETO DI COMMISTIONE REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ED ELEMENTI DI VALUTAZIONE OFFERTA -DEROGA - AMMESSA

TAR VENETO - SENTENZA

Quanto al primo motivo d’impugnazione, come detto da ritenersi infondato, va considerato che il tradizionale divieto di commistione fra criteri soggettivi di ammissione alla gara e criteri oggettivi afferenti alla valutazione dell'offerta, che la ricorrente – nella prima parte della censura - assume violato, non risulta in effetti eluso nel concreto. In particolare, la maggiore latitudine d (...)

IMPRESE NEO COSTITUITE - RIPARAMETRAZIONE DEI REQUISITI - NECESSARIA CLAUSOLA LIMITATIVA BANDO (83)

TAR EMILIA BO - SENTENZA

Nella fattispecie per cui è causa in presenza di clausola inequivocabilmente riferita al valore medio annuo nel triennio precedente, ....... s.r.l. ha documentato in proprio l’esecuzione di forniture analoghe per un valore pur riparametrato ma per soli 5 mesi di attività nel solo anno 2020 (rispetto al triennio) ragion per cui non può condividersi l’assunto fatto proprio dalla stazione appalt (...)

CLAUSOLE LEX SPECIALIS RELATIVE AI REQUISITI DI PARTECIPAZIONE - ONERE IMMEDIATA IMPUGNAZIONE SE LIMITATIVE (83)

TAR LAZIO RM - SENTENZA

Con la seconda censura vengono contestati i vizi di violazione e falsa applicazione degli artt. 97 Cost. e 83 e ss. d.lgs. n. 50/16, eccesso e sviamento di potere per illogicità, irragionevolezza ed ingiustizia manifeste, difetto di istruttoria, violazione del principio di proporzionalità e del favor partecipationis evidenziando che, qualora l’interpretazione seguita dalla stazione appaltante f (...)

RICHIESTA DETERMINATO FATTURATO SPECIFICO IN SEDE DI GARA - NECESSITA DI ADEGUATA MOTIVAZIONE (83)

ANAC - DELIBERA

La norma di cui all'articolo 83 del d.lgs. n. 50/2016 pone due limiti espressi alla discrezionalità della stazione appaltante: il primo di carattere quantitativo prevede che il fatturato richiesto non può superare il doppio del valore stimato dell'appalto; il secondo, di carattere sistematico, comporta la necessità di motivare in modo adeguato la scelta di prevedere criteri di selezione (...)

ISCRIZIONE CCIAA - NECESSARIA COERENZA CON ATTIVITA' OGGETTO DELL'APPALTO (83)

TAR TOSCANA - SENTENZA

Il punto 8.1. della lex specialis, sotto la rubrica “Requisiti d’idoneità”, impone agli operatori economici concorrenti “l’iscrizione nel registro tenuto dalla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura per attività “coerenti” con quelle oggetto della presente procedura di gara (sia prestazione principale che secondaria).Precedenti pronunce hanno avuto modo di chiarire che (...)

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE – INTEGRAZIONE POSTUMA MEDIANTE SOCCORSO ISTRUTTORIO - NON AMMESSO (83.9)

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

Un requisito richiesto dal disciplinare a pena d'esclusione dell'intera offerta, in quanto definito dall'amministrazione come requisito tecnico minimo o essenziale, deve ritenersi necessario per l'ammissione dell’offerta alla procedura di gara e non può, quindi, essere integrato successivamente all'aggiudicazione.Tale procedimento di integrazione postuma, così struttu (...)

ALBO GESTORI AMBIENTALI - REQUISITI DI ESECUZIONE E NON DI PARTECIPAZIONE

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

In termini generali è noto che l’iscrizione all’Albo dei gestori ambientali, nelle varie classi e categorie, è condizione di legittimità per svolgere materialmente i servizi corrispondenti, ma non individua di per sé un requisito di partecipazione alle gare corrispondenti indette dalle amministrazioni aggiudicatrici: sul punto, per tutte, C.d.S., sez. V, 5 luglio 2017, n. 3303. Ciò si comprende (...)

REGOLARITA' CONTRIBUTIVA - CERTIFICAZIONE AGENZIA ENTRATE NEGATIVA - IMMEDIATA ESCLUSIONE (80.4)

TAR CAMPANIA NA - SENTENZA

Secondo la giurisprudenza a fronte di una certificazione rilasciata dall’Agenzia delle Entrate che attesti l’irregolarità contributiva del concorrente ai sensi dell’art. 80, co. 4, del codice, l’esclusione costituisce un atto dovuto. Questa Sezione ha infatti stabilito che “le certificazioni relative alla regolarità contributiva e tributaria delle imprese partecipanti, emanate dagli organi prep (...)

DIFFERENZA TRA REQUISITI DI PARTECIPAZIONE E REQUISITI DI ESECUZIONE

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

il giudice di primo grado ha rimesso alla piena discrezionalità dell’amministrazione la decisione se dichiarare o meno decaduto l’aggiudicatario dall’affidamento nell’ipotesi di mancata disponibilità degli alloggi entro il termine perentorio prescritto, per di più richiamando una sentenza del Consiglio di Stato (del 18 dicembre 2017, n. 5929) riguardante un caso diverso dal presente.I mo (...)

REQUISITI MINIMI DI PARTECIPAZIONE - LIMITI DEL POTERE DISCREZIONALE DELLA PA (83)

TAR LAZIO RM - SENTENZA

Quanto alla contestata richiesta di requisiti minimi di accesso eccessivamente restrittivi, osserva il Collegio che il codice appalti, in particolare l’art. 83, comma 4, lett. a), d.lgs. 50/16, consente per gli appalti di servizi e forniture, ai fini della verifica del possesso dei requisiti di capacità economica e finanziaria, la possibilità di richiedere, nel bando di gara, che gli operatori (...)

CAPACITÀ PROFESSIONALE - RIPARAMETRAZIONE IN BASE AGLI ANNI DI EFFETTIVO ESERCIZIO – CLAUSOLA NON PREVISTA DAL BANDO - ILLEGITTIMO

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

La disciplina che governa i criteri di selezione e i corrispondenti mezzi di prova della capacità economico – finanziaria e tecnico-professionale degli operatori è compendiata agli artt. 83 e 86 del d.lgs. n. 50/2016. Tale disciplina è permeata, a livello generale, dal principio del favor partecipationis, in favore segnatamente delle piccole e medie imprese e che evidentemente si estende in un’ (...)

DINIEGO PROVVEDIMENTO OMOLOGAZIONE AL CONCORDATO -NUOVA ISTANZA- LASSO DI TEMPO CHE PRECLUDE LA PARTECIPAZIONE

TAR VENETO - SENTENZA

L’impresa, ammessa al concordato preventivo, originariamente ha potuto partecipare alla gara in forza dell’effetto anticipatorio e prenotativo dell’autorizzazione del Tribunale che è venuto meno nel momento in cui sono intervenuti il diniego di omologazione del concordato e la revoca dello stesso. La possibilità di partecipare alla gara in questi casi deve infatti ritenersi sottoposta alla con (...)

MANCATA DICHIARAZIONE POSSESSO ATTESTATO - LEGITTIMA ESCLUSIONE (83.9)

ANAC - DELIBERA

Dal momento che il bando di gara richiedeva espressamente, quale requisito di partecipazione, il possesso dell'attestato nel campo specifico della "preparazione pasti senza glutine", ottenibile all'esito dei corsi di formazione e aggiornamento organizzati dalle Regioni tramite le ASP e rivolti a tutti gli operatori del settore alimentare, il concorrente che produceva un divers (...)

RESPONSABILE DELLA PROTEZIONE DEI DATI – DISCREZIONALITA’ PA NELLA SCELTA DEI REQUISITI

TAR FRIULI TS - SENTENZA

L’art. 37, par. 5 del Reg Ue n. 679/2016 prevede che “Il responsabile della protezione dei dati è designato in funzione delle qualità professionali, in particolare della conoscenza specialistica della normativa e delle prassi in materia di protezione dei dati, e della capacità di assolvere i compiti di cui all'articolo 39”.Il successivo art. 39 prevede che “Il responsabile della prot (...)

INTERDITTIVA ANTIMAFIA - CONTROLLO GIUDIZIARIO DELLE AZIENDE - NON HA VALENZA RETROATTIVA (80.2)

TAR LAZIO RM - SENTENZA

La questione oggetto del presente contendere verte sugli effetti, per gli operatori economici colpiti da una interdittiva antimafia nel corso della procedura di evidenza pubblica, rivenienti dall’adozione di un provvedimento di ammissione al controllo giudiziario, ex art. 34 bis, del d.lgs. n. 159/2011.Al fine di inquadrare la problematica in discussione, si rende opportuno, anzitutto, (...)

ISCRIZIONE WHITE LIST - REQUISITO DI PARTECIPAZIONE - POSSEDUTO AL MOMENTO PRESENTAZIONE OFFERTA

ANAC - DELIBERA

Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 211, comma 1 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 presentata dal Comune di Gorizia – Procedura aperta per la gestione di servizi e integrati nella Casa di Riposo comunale "ANGELO CULOT" - Importo a base di gara euro: 12.042.338,94 - Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente più vantaggiosa - S.A.: Comu (...)

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE - POTERE DISCREZIONALE DELLA PA NELLA SCELTA - NO SINDACATO G.A. (83)

ANAC - DELIBERA

Sul possesso dei requisiti di partecipazione, giova ricordare come la giurisprudenza abbia affermato che la stazione appaltante, nel definire i requisiti tecnici e professionali dei concorrenti, vanta un margine di discrezionalità tale da consentirgli di definire criteri ulteriori e più stringenti rispetto a quelli normativamente previsti, con il rispetto del limite della proporzionalità e dell (...)

CESSIONE RAMO D’AZIENDA – AUTOMATICO TRASFERIMENTO ALL’ACQUIRENTE RAPPORTI ATTIVI E PASSIVI – INCIDENZA SULLA PARTECIPAZIONE ALLE GARE (80)

TAR LOMBARDIA MI - SENTENZA

Con il primo motivo viene sostenuto che le pendenze tributarie e contributive a carico dell’affittante sarebbero irrilevanti, poiché al momento della stipula del contratto di affitto di ramo d’azienda (sottoscritto in data 19.5.2020) non sarebbero state sussistenti, non essendovi nel contratto alcun riferimento ad esse, ed essendo le irregolarità emerse successivamente al contratto di affitto d (...)

DISTINZIONE TRA REQUISITI DI PARTECIPAZIONE E REQUISITI DI ESECUZIONE (83)

TAR MARCHE AN - SENTENZA

Dalla lettura delle suesposte previsioni di gara, oltre che dal tenore complessivo della lex specialis, si ricava chiaramente che la presentazione dei certificati e dei documenti richiesti era prescritta a pena di esclusione, trattandosi di requisiti di ammissibilità dell’offerta e non già di esecuzione dell’appalto.In ordine alla distinzione tra “requisiti di esecuzione” del contratto e (...)

CRITERIO VALUTAZIONE OFFERTA TECNICA - POSSESSO AUTOMEZZI - VANNO POSSEDUTI AL MOMENTO DELLA PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA (83)

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

Nel caso in esame, secondo la tesi dell’appellante il possesso dei richiesti automezzi ecocompatibili sarebbe stato richiesto in data antecedente alla pubblicazione del bando. Dal succitato esame della lex specialis si è accertato come tale interpretazione non sia condivisibile. Ma non lo sarebbe neppure quella di ancorare tale possesso alla data di pubblicazione del bando, atteso che, in tal c (...)

IMPUGNAZIONE BANDO DI GARA NON PARTECIPANTE - SOLO SE CLAUSOLE IMMEDIATAMENTE ESCLUDENTI

TAR SICILIA PA - SENTENZA

- “…Secondo un ormai consolidato indirizzo giurisprudenziale (Cons. Stato, Ad. Plen. 26 aprile 2018, n. 4; sez. V, 23 agosto 2019, n. 5789; 18 luglio 2019, n. 5057; 8 marzo 2019, n. 1736), se è vero che l'esito di una procedura di gara è impugnabile solamente da colui che vi ha partecipato (la domanda di partecipazione atteggiandosi a strumento per la sussistenza della posizione qualificata (...)

SULLA DIFFERENZA TRA REQUISITI DI PARTECIPAZIONE E REQUISITI DI ESECUZIONE

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

Vale, inoltre, puntualizzare, ancora in termini generali, che occorre tenere adeguatamente distinti i “requisiti di partecipazione” (alla gara) e i “requisiti di esecuzione” (del contratto): la distinzione, come è noto (cfr., da ultimo, Cons. Stato, sez. V, 25 marzo 2021, n. 2523), fa capo alla previsione di cui all’art. 100 del d. lgs. n. 50/2016 che – nel dare recepimento alla normativa euroc (...)

OMISSIONE DICHIARATIVA ILLECITO PROFESSIONALE – NESSUN AUTOMATISMO ESPULSIVO (80.5.C)

TAR PUGLIA LE - SENTENZA

Nelle omissioni dichiarative non può certamente essere insito alcun automatismo escludente, in quanto esse postulano sempre un “apprezzamento di rilevanza della stazione appaltante, a fini della formulazione di prognosi in concreto sfavorevole sull’affidabilità del concorrente” (Consiglio di Stato, ordinanza V, 9 aprile 2020, n. 2332; IV, n. 4937/2020 cit.). L’Adunanza Plenaria ha quindi afferm (...)

CORRISPONDENZA SOSTANZIALE TRA OGGETTO APPALTO E ATTIVITA’ SVOLTA (83.1.a)

ANAC - DELIBERA

L’iscrizione camerale di cui all’articolo 83, comma 1, lettera a) ha natura di requisito di idoneità professionale, la cui utilità sostanziale è quella di filtrare l’ingresso in gara dei soli concorrenti forniti di una professionalità coerente con le prestazioni oggetto dell’affidamento pubblico Conseguentemente, per garantire un effetto utile a tale ratio si è ritenuta necessaria una congruenz (...)

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE E REQUISITI DI ESECUZIONE - DISTINZIONE

TAR LAZIO RM - SENTENZA

In merito alla distinzione tra requisiti di partecipazione e requisiti di esecuzione, la giurisprudenza colloca tra i secondi gli elementi caratterizzanti la fase esecutiva del servizio così distinguendoli dai primi, che sono invece necessari per accedere alla procedura di gara, in quanto requisiti generali di moralità (ex art. 80 d.lgs. n. 50 del 2016) e requisiti speciali attinenti ai criteri (...)

DISTINZIONE TRA REQUISITI DI PARTECIPAZIONE E REQUISITI DI ESECUZIONE (83)

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

È decisivo ribadire, in conformità al corretto apprezzamento del primo giudice, che l’art. 29 del capitolato non dettava, per il profilo in questione, un requisito dell’offerta tecnica, ma una prescrizione destinata ad operare solo in sede di esecuzione delle prestazioni.In proposito, importa premettere che, in via di principio ed in termini generali, nel rispetto della essenziale e qual (...)

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE - TITOLO DI STUDIO ESTERO – NECESSARIA DICHIARAZIONE DI EQUIPOLLENZA (83.9)

TAR SICILIA PA - SENTENZA

Il principio della necessità del riconoscimento del titolo di studio estero va coordinato con la regola generale, costantemente affermata in giurisprudenza, che abilita alla presentazione delle proposte negoziali le imprese in possesso dei richiesti requisiti (sia in quanto già posseduti, sia in quanto strumentalmente acquisiti) al momento di scadenza del termine di efficacia del bando di gara, (...)

ASSOCIAZIONE IN PARTECIPAZIONE TRA PROFESSIONISTI - ASSOCIATO INTEGRA I REQUISITI SOLO CON AVVALIMENTO

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

La lex specialis prevedeva come lo stato di socio assumesse tratti dirimenti sia in ordine alla qualificazione dell’operatore economico concorrente (art. 6 del disciplinare), sia relativamente alla valutazione dell’offerta tecnica formulata dai singoli partecipanti alla gara (art. 17 del disciplinare): tanto è rimarcato nella citata pronuncia del Consiglio di Stato n. 2381/2018 ove, nel trattar (...)

REFERENZE BANCARIE - CONTENUTO - PUNTUALE INDICAZIONE DEI RAPPORTI TRA CLIENTE ED ISTITUTO BANCARIO (83)

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

Quanto alla prima censura (secondo motivo del ricorso di primo grado), la ricorrente afferma che la referenza presentata dall’aggiudicataria non ha i requisiti minimi per essere valutata ed ammessa. La referenza offerta infatti non specifica né il destinatario della medesima (amministrazione procedente) né tanto meno l’oggetto (la procedura di gara) per la quale è rilasciata.La censura è (...)

RTI ORIZZONTALE - COMPROVA REQUISITI SPECIALI - LI DEVE POSSEDERE CIASCUNA IMPRESA (48)

TAR CAMPANIA NA - SENTENZA

I Giudici amministrativi hanno chiarito che nel caso di ATI di tipo orizzontale (tale essendo, pacificamente, l’aggiudicataria; cfr. memoria depositata il 2 maggio 2022, pagina 6) – “in cui gli operatori economici eseguono il medesimo tipo di prestazione” (articolo 48, comma 2, del decreto legislativo n. 50 del 2016) – le imprese associate “sono portatrici delle medesime competenze per l’esecuz (...)

ELEMENTI ESSENZIALI OFFERTA TECNICA – MANCANZA AL MOMENTO DELLA PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA – ESCLUSIONE

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

Si osserva che primo giudice, pur riconoscendo che per la legge di gara la disponibilità dei predetti mezzi era un requisito di partecipazione, ha poi contraddittoriamente affermato che la sua verifica condizionerebbe solo l’efficacia dell’aggiudicazione e non anche la legittimità della partecipazione alla gara e quindi dell’aggiudicazione stessa.Si tratta di una tesi che, come rilevato (...)

WHITE LIST - REQUISITO DI PARTECIPAZIONE - ETEROINTEGRAZIONE DELLA NORMA

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

Con il mezzo qui in rilievo l’ANAC appellante deduce l’erroneità della sentenza del primo giudice per difetto di motivazione sul rilievo che la normativa anticorruzione ha introdotto un requisito obbligatorio di partecipazione alle gare, potendo dunque legittimamente operare l’eterointegrazione della lex specialis nei casi in cui, come nell’ipotesi all’esame, la legge di gara non abbia espressa (...)

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE - POSSESSO ANTERIORE AL MOMENTO DELLA PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA

TAR PUGLIA LE - SENTENZA

Osserva il Collegio che la P.A. ha illegittimamente ammesso la controinteressata alla procedura, sebbene la stessa – alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda di partecipazione alla gara – fosse dichiaratamente non in possesso della certificazione di qualità ISO 45001, certificazione espressamente richiesta, a pena di esclusione, dall’art. 11 della lex specialis di gara.< (...)

ESPERIENZA ANALOGA - COMPROVA REQUISITI ANCORA IN CORSO DI ESECUZIONE - AMMESSA

TAR LOMBARDIA BS - SENTENZA

La società OMISSIS s.r.l. ha autocertificato in gara due servizi analoghi assunti nel triennio antecedente l’indizione della procedura e ancora in corso di svolgimento: l’uno relativo alla “gestione rifiuti pericolosi e non a rischio infettivo e chimico” affidatole da M………. s.p.a. per il periodo dal 1° ottobre 2021 al 31 dicembre 2014, per un importo annuo complessivo di € 600.000,00; l’altro a (...)

INDIVIDUAZIONE REQUISITI DI PARTECIPAZIONE - RISPETTO PRINCIPIO DI PROPORZIONALITA' E RAGIONEVOLEZZA

TAR LOMBARDIA MI - SENTENZA

Osserva in limine il Collegio che i requisiti di ammissione alla gara, tra cui anche quelli comprovanti le capacità tecniche e professionali del concorrente ex art. 83, comma 1, lett.c) del D.Lgs. n. 50/2016, sono comunque soggetti alla clausola generale dettata al comma 2 della medesima disposizione, secondo cui devono essere “attinenti e proporzionati all’oggetto dell’appalto, tenendo present (...)

DISCREZIONALITA' S.A. NELLA VERIFICA REQUISITI TECNICO-PROFESSIONALI - LIMITATO IL SINDACATO DEL GIUDICE AMMINISTRATIVO.

ANAC - DELIBERA

Sotto il primo profilo, ovvero quello relativo alla presunta carenza del requisito di capacità tecnico professionale, in via generale, è posizione ormai consolidata quella che riconosce in capo alla stazione appaltante il potere di verificare il possesso dei requisiti professionali dell&#39;operatore economico, nell&#39;ambito dell&#39;esercizio della sua discrezionalità tecnica sindacabile sol (...)

SERVIZI SAAS PER CLOUD DELLA P.A. - REQUISITI DI PARTECIPAZIONE - REQUISITI DI ESECUZIONE

TAR VENETO - SENTENZA

Giova premettere una breve ricostruzione dell’ordito normativo regolante la fattispecie della qualificazione dei servizi SaaS per Cloud della p.a.Ai commi 3, 4 e 5 l’art. 2 del Decreto ACN n. 29/2023 prevede che “3. Dal 19 gennaio 2023, i fornitori di un servizio già qualificato possono richiederne la promozione ad un livello supe (...)

REQUISITO CONTRATTI ANALOGHI - RIMESSO ALLA DISCREZIONALITA' DELLA S.A. (100.11)

ANAC - PARERE

Non appare in contrasto con l&#39;art. 100, commi 11 e 12, d.lgs. 36/2023, il requisito di capacità tecnica e professionale consistente nell&#39;esecuzione di forniture analoghe a quella da affidarsi, ossia forniture di contatori per acqua fredda e uso idropotabile, anche non smart, escluse quelle di contatori gas ed elettricità, poiché la scelta di prevedere il requisito di contratti analoghi (...)

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE E REQUISITI DI ESECUZIONE: DIFFERENZE

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

Rileva il Collegio che la regolazione dei requisiti di esecuzione va rinvenuta nella lex specialis, con la conseguenza che, se richiesti come elementi essenziali dell’offerta o per l’attribuzione di un punteggio premiale, la loro mancanza al momento di partecipazione alla gara comporta, rispettivamente, l’esclusione del concorrente o la mancata attribuzione del punt (...)

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ED ESECUZIONE - ASSENZA ED ESCLUSIONE OPERATORE ECONOMICO

CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA

Occorre qui precisare che, secondo quanto si legge nella motivazione dell’atto impugnato, la dichiarazione resa da OMISSIS all’atto della partecipazione in gara, secondo cui essa soddisfaceva tutti i richiesti requisiti di idoneità, assurgeva a dichiarazione dal contenuto fuorviante, suscettibile di influenzare in suo favore le decisioni della stazione appaltante, e (...)