Art. 276 Società tra concorrenti riuniti o consorziati

ABROGATO DALL'ART. 217 DEL DLGS 50/2016, IN VIGORE DAL 19/04/2016

[1. I concorrenti riuniti o consorziati indicati dal consorzio come esecutori delle prestazioni, dopo l'aggiudicazione possono costituire tra loro una società anche consortile, ai sensi del libro V del titolo V, capi 3 e seguenti del codice civile, per l'esecuzione unitaria, totale o parziale, delle prestazioni affidate.

2. La società subentra, senza che ciò costituisca ad alcun effetto subappalto o cessione di contratto e senza necessità di autorizzazione o di approvazione, nell'esecuzione totale o parziale del contratto, ferme restando le responsabilità dei concorrenti riuniti o consorziati ai sensi del codice.

3. Il subentro ha effetto dalla data di notificazione dell'atto costitutivo alla stazione appaltante, e subordinatamente alla iscrizione della società nel registro delle imprese.

4. Tutti i concorrenti riuniti devono far parte della società nella medesima percentuale di appartenenza al raggruppamento.

5. Nel caso di esecuzione parziale delle prestazioni, la società costituita dai concorrenti riuniti o consorziati può essere costituita anche dai soli concorrenti interessati all'esecuzione parziale.

6. Ai soli fini del possesso dei requisiti tecnico-professionali di partecipazione, le prestazioni di servizi e forniture eseguite dalla società sono riferiti ai singoli concorrenti riuniti o consorziati, secondo le rispettive quote di partecipazione alla società stessa.]

Giurisprudenza e Prassi

CONSORZI - REQUISITI SPECIALI

AVCP PARERE 2013

Con riferimento ai requisiti di partecipazione alle gare dei Consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro, occorre distinguere tra requisiti di idoneità tecnica e finanziaria, il cui possesso è richiesto esclusivamente al consorzio (essendo gli stessi ritenuti cumulabili in capo al consorzio medesimo) e requisiti di natura generale, di ordine pubblico e di moralità, che vanno invece accertati anche in capo alle singole imprese consorziate indicate quali esecutrici (Determinazione n. 11/2004; Pareri di precontenzioso nn. 65/2011 e 192/2008).

Il regolamento, nello specificare il dettato dell’art. 35 del D.Lgs. 163/2006, prevede all’art. 277, comma 3 che “per la partecipazione del consorzio alle gare, i requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi posseduti dai singoli consorziati relativi alla disponibilità delle attrezzature e dei mezzi d’opera, nonché all’organico medio annuo sono sommati; i restanti requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi sono sommati con riferimento ai soli consorziati esecutori”.

OGGETTO: Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex art. 6, comma 7, lettera n) del D.Lgs. n. 163/2006 presentata dal Comune di O. e dal P. - “Affidamento del servizio di assistenza domiciliare in favore di soggetti svantaggiati – gestione comunale”- Importo a base di gara € 2.301.000,00 – S.A.: Comune di O..

CONSORZIO ORDINARIO - DISCIPLINA DEL RICONOSCIMENTO DEI REQUISITI TECNICI E PROFESSIONALI

CONSIGLIO DI STATO SENTENZA 2013

Al di fuori dell'ipotesi specificamente contemplata dall'art. 276 d.P.R. n. 207 del 2010, concernente le societa', anche consortili, appositamente costituite per l'esecuzione unitaria del contratto - la disciplina del riconoscimento dei requisiti tecnici e professionali maturati per l'esecuzione dell'appalto aggiudicato a un consorzio ordinario segue la stessa regola prevista per i raggruppamenti temporanei di imprese e rimane direttamente legata all'attivita' effettivamente espletata nell'esecuzione del contratto da parte di ciascuno dei soggetti riuniti o consorziati. L'art. 37 del Codice degli appalti, pur a fronte di alcune diversita' organizzative, disciplina unitariamente i consorzi ordinari e le ATI.