In vigore dal 17-7-2020

Decreto Semplificazioni e Codice Appalti (aggiornato): scarica i testi in .pdf

DECRETO-LEGGE 16 LUGLIO 2020, N. 76 (cd "Decreto Semplificazioni")


Con il Decreto Semplificazioni, entrato in vigore il 17 luglio c.a. il Governo introduce un nuovo regime transitorio, fino al 31 luglio 2021, in materia di appalti pubblici.

Molte sono le modifiche introdotte non solo al Codice Appalti, ma anche sulla disciplina dei procedimenti amministrativi (L. 241/90), di amministrazione digitale (DLGS 82/2005), edilizia (Dpr 380/2001), ecc.

... cosa cambia in materia di appalti ...

  

Le principali novità coinvolgono:

- Sottosoglia disciplina degli affidamenti diretti (ora ammessi fino a € 150.000) e procedure negoziate (ammesse fino alla soglie UE). Vengono inoltre individuati i temini per l'aggiudicazione pari a 2 mesi per gli afficamenti diretti e 4 mesi per le negoziate. Non dovranno essere più richieste le garanzie provvisorie e nel criterio del prezzo più basso di applica l'esclusione automatica già a partire da 5 offerte;

Soprasoglia è ammesso l'affidamento con procedura negoziata per ragioni d'urgenza senza applicare il Codice ma solo la disciplina penale e antimafia; ammessa sempre la riduzione dei termini anche nelle procedure ordinarie;

Sospensione dei lavori ammessa solo per motivi penali, antimafia, di ordine o di interesse pubblico;

- Collegio Consultivo Tecnico reintrodotto per risolvere le controversie sorte durante l'esecuzione;

- Modifiche al Codice vengono introdotte in materia di cause di esclusione per contributi previdenziali, in materia di requisiti speciali sulla garanzia professionale, in materia di sopralluogo obbligatorio solo se strettamente indispensabile


Per dettaglia consultate il testo del Decreto dal nostro sito cliccando sui link sottostanti