D. Lgs. 12 aprile 2006 n.163

Codice Appalti .it

Annuncio Sponsorizzato: se vuoi anche tu pubblicare un banner su questo sito... contattaci
 

<< Art.18

Art.20 >>

Art. 19. Contratti di servizi esclusi

1. Il presente codice non si applica ai contratti pubblici:

a) aventi per oggetto l'acquisto o la locazione, quali che siano le relative modalità finanziarie, di terreni, fabbricati esistenti o altri beni immobili o riguardanti diritti su tali beni; tuttavia, i contratti di servizi finanziari conclusi anteriormente, contestualmente o successivamente al contratto di acquisto o di locazione rientrano, a prescindere dalla loro forma, nel campo di applicazione del presente codice;

b) aventi per oggetto l'acquisto, lo sviluppo, la produzione o coproduzione di programmi destinati alla trasmissione da parte di emittenti radiotelevisive e appalti concernenti il tempo di trasmissione;

c) concernenti i servizi d'arbitrato e di conciliazione;

d) concernenti servizi finanziari relativi all'emissione, all'acquisto, alla vendita e al trasferimento di titoli o di altri strumenti finanziari, in particolare le operazioni di approvvigionamento in denaro o capitale delle stazioni appaltanti, nonché i servizi forniti dalla Banca d'Italia;

e) concernenti contratti di lavoro;

f) concernenti servizi di ricerca e sviluppo diversi da quelli i cui risultati appartengono esclusivamente alla stazione appaltante, perché li usi nell'esercizio della sua attività, a condizione che la prestazione del servizio sia interamente retribuita da tale amministrazione.

2. Il presente codice non si applica agli appalti pubblici di servizi aggiudicati da un'amministrazione aggiudicatrice o da un ente aggiudicatore ad un'altra amministrazione aggiudicatrice o ad un'associazione o consorzio di amministrazioni aggiudicatrici, in base ad un diritto esclusivo di cui esse beneficiano in virtù di disposizioni legislative, regolamentari o amministrative pubblicate, purché tali disposizioni siano compatibili con il trattato.

ELENCO LEGGI COLLEGATE: artt. 16 e 18, direttiva 2004/18; artt. 24 e 25, direttiva 2004/17; art. 5, d.lgs. n. 157/1995; art. 8, d.lgs. n. 158/1995

GIURISPRUDENZA COLLEGATA:

NORMATIVA: SERVIZI FINANZIARI - MIN ECONOMIA (2008)

Direttive per l'attuazione delle operazioni finanziarie, ai sensi dell'articolo 3 del decreto del Presidente della Repubblica 30 dicembre 2003, n. 398 (testo unico delle disposizioni in materia di debito pubblico).

GIURISPRUDENZA: ACQUISTO IMMOBILE - NORMATIVA APPLICABILE - TAR VENETO (2008)

L’acquisto di uno stabile non può farsi rientrare nella giurisdizione esclusiva in materia di appalti pubblici in quanto l’attività della P.A. proprio perché finalizzata all’acquisizione di un bene immobile doveva ritenersi non sussumibile nelle procedure finalizzate all’affidamento di lavori, servizi e forniture. Anche dal Codice dei Contratti Pubblici (D.Lgs. 163/06) si evinceva non potersi trattare di una gara in quanto l’art. 19, 1° comma, esclude che il codice stesso possa trovare applicazione a contratti aventi ad oggetto l’acquisto da parte dell’amministrazione di beni immobili.

PRASSI: TRASMISSIONE DATI ALL'OSSERVATORIO - SETTORI ORDINARI, SPECIALI E CONTRATTI ESCLUSI - AVCP (2008)

Trasmissione dei dati dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture - Settori ordinari, speciali e contratti esclusi.

GIURISPRUDENZA: ENERGIA ELETTRICA: NORMATIVA APPLICABILE - TAR SICILIA PA (2006)

Nel caso in cui l'oggetto di una convenzione sia l'esercizio, la manutenzione ordinaria e straordinaria, la fornitura di energia elettrica, l'ammodernamento tecnologico-strutturale e la valorizzazione artistica degli impianti di illuminazione pubblica non si applica la normativa dei cosiddetti settori esclusi, normativa specifica ritagliata ai casi di gestione delle reti fisse per la fornitura del servizio per quanto attiene ad aspetti rilevanti quali produzione, trasporto o distribuzione di energia elettrica, nonché alimentazione delle suddette reti.

PARERI

QUESITO del 07/08/07 - Contratti esclusi - : Il dipartimento della protezione civile della PCM - per interventi che interessano la nostra regione - provvede ad acquisire le offerte per l'assunzione di mutui senza procedere ad un gara pubblica. vorremmo sapere se questa ipotesi rientri nella fattispecie di cui all'articolo 19 del codice, lettera d), che esclude dalla applicazione del codice nei contratti aventi ad oggetto alcuni servizi finanziari, tra cui quelli "di approvvigionamento in denaro o capitale delle stazioni appaltanti". in sostanza: i mutui rientrano nella descrizione di cui all'articolo 19, lett. d) del codice o il dipartimento di protezione civile sia vvale di apposite dergohe normative?

RISPOSTA del 02/07/08: L’art. 19, c. 1, lett. d) del d.lgs. 163/06 e ss.mm.ii. ricalca il previgente art. 5, lett. d) del d.lgs. 157/95. Sulla previgente norma la giurisprudenza si era espressa affermando che “al contratto di mutuo è inapplicabile la disciplina per prestazioni di servizi di cui al d.lgs. 157/95”; tra i contratti esclusi di trasferimento di denaro vi è pertanto anche il mutuo, al quale è quindi applicabile l’art. 27 del citato d.lgs. 163/06, il quale richiede il rispetto dei principi comunitari in materia e della scelta tra cinque offerenti, se ciò è compatibile con l’oggetto del contratto. (fonte: Ministero Infrastrutture)

  preferiti mappa del sito ©opyright